Pakistan


E’ sicuramente uno degli argomenti più exciting di questi ultimi mesi, e ce lo terremo ancora per molto tempo.

Intanto il Pakistan è quello che è , paese cerniera, importante ma povero, con un orgoglio nazionale forte ma troppo spesso irriso. La vicinanza all’Afghanistan non li aiuta, il confine fra questi due paesi è arbitrario, le regioni tribali sono una realtà unica al mondo. 

Hanno iniziato a rendersene conto gli americani, che finalmente si domandano che fare di un paese che finanziano copiosamente senza ricavarne un supporto reale (see Ralph Peters); e hanno prodotto cartine interessanti (shockanti?) che descivono una situazione in violenta tasformazione.
O forse i militari US stanno cercando di anticipare l’arrivo del nuovo team di Obama con situazioni loro favorevoli.

Poi i pakistani si sono mossi da soli (re: Mumbai e attacchi terroristici).

Adesso la novità principale è che i pakistani hanno arrestato il leader di LeT, sfidando la convivenza tra i militari e islamisti radicali.

Non so se come proseguirà la storia, ma sicuramente c’è una accelerazione della situazione in quella regione. E la Cina che ne pensa?

Advertisements

About cmalaguzzi

I am a Mktg and Biz Dev Exec, with a passion for technology. Love to spend time on IT strategy, innovation, partner ecosystems, business productivity.
This entry was posted in Foreign politics/politica estera and tagged , . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Please log in using one of these methods to post your comment:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s