– Spoto’nno.

22-6-01
Stai raccogliendo vetrini con Nonna Ida.
Adesso corri da me (che sono sotto  l’ombrellone al bar) e ti do la focaccia. Ne fai il bis.
Ieri sera hai mangiato per tre.
Evviva il mare!

Lentezza

“Amore e dono hanno bisogno del tempo. La riscoperta delle lentezza è al tempo stesso la riscoperta della donazione. Se ci si dona ad un paesaggio, alla musica, ad un libro od alla persona amata,  ciò può riuscire solo se lo si fa senza riserve”.

Siamo (ero) sempre di corsa. C’è gente che automaticamente, come chiedi loro  “come stai”, ti risponde “stressato”. Che fatica che impegno, che inutile essere sempre stressati! e perchè poi? 
Spesso in realtà uno é solo stanco fisicamente (perché ha dormito poco, hai corso troppo…): ed é il caso migliore.
Altrimenti, ha troppo, troppo da fare.
In questo caso, provato e sperimentato, puoi:
a) tagliare, ridurre: c’é sempre qualcosa che sembra improcrastinabile, ed in verità per il tuo benessere lo é.
b) organizzarti bene: meglio fermarsi e pensarci su, si trova sempre un modo di mettere in sequenza, collegare, delegare le cose da fare in modo che alla fine l’insieme dei compiti possa risultare meno gravoso.

E’ inutile affannarsi.
Per un’interrogazione importante, per un lavoro difficile… iniziare ad agitarsi e preoccuparsene oltre modo non serve, non aiuta.
Fermati, e pensa come affrontare al meglio.

Leave a Reply

Please log in using one of these methods to post your comment:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s